Condividi

Newsletter n°45 del 16 aprile 2012

Scritto da Pastorale Giovanile il 16/04/2012 in Newsletter

"GIOVANI IN CAMMINO" di Domenico Giudice

Grazie Tommaso…

Siamo tutti un pò Tommaso, un pò increduli di fronte a questo Cristo che ha patito la croce e che al terzo giorno è risorto, sconfiggendo la morte. Siamo tutti increduli. Ma forse in fondo anche se crediamo che Gesù è il Figlio di Dio siamo spesso restii a credere nel suo Amore per noi. Ed il problema è proprio questo: crediamo nell'Amore di Dio per noi?

Perché spesso ci comportiamo e agiamo come se non ne fossimo convinti (parlo di chi si professa cristiano), e allora dubitiamo appena le cose ci vanno male, spesso attribuendo la colpa a Lui. Oppure siamo pronti a scagliarci contro di Lui quando succedono tragedie umane, sciagure, morti improvvise. Dov'è Dio? Quante volte l'avrete sentito dire. Dio non ci ama? Di fronte a questi dogmi, essere presi in contropiede oppure smontati delle nostre convinzioni, da chi non crede a nulla o da chi è contro tutto, è davvero facile.

Forse non sono la persona più adatta ma ho provato a trovare una soluzione a queste domande e a capire l'Amore. La risposta ce la dà Gesù nel passo del Vangelo della domenica appena trascorsa: Pace a Voi!

Di che pace stiamo parlando? Durante la Messa diciamo "…vi lascio la pace, vi do la mia Pace!" Ma allora non è che per caso non capiamo l'Amore di Dio solo perché gli diamo una misura "umana" quando in realtà la sua misura è "divina". Credo proprio di si! Il Suo Amore è diverso dal mio concetto di amore: terreno, limitato, incompleto. È un Amore con la A maiuscola, l'unico capace di rendermi davvero felice. E allora forse solo quando comprenderemo quest'Amore saremo incomunione con Cristo.

Quindi, grazie Tommaso, per esserti fatto mio portavoce…sono così pauroso che forse non avrei avuto nemmeno il coraggio di chiedere per avere delle risposte. Grazie!

"L’ANGOLO DEL DIRETTTORE" di Sergio Spata

E’ UNO SPORCO LAVORO…

Questa settimana, due momenti importanti:

- giovedì 12 aprile in Cattedrale si sono festeggiati i 10 anni dall'ordinazione episcopale del nostro Pastore, S.E.Mons. Paolo Urso. Dieci anni in cui il nostro Vescovo ha aiutato la nostra comunità ragusana a riflettere su diverse tematiche legate all'EDUCAZIONE; ha concentrato il suo lavoro sulle RELAZIONI e sull'ASCOLTO di tutti (grandi e piccoli); ha dato testimonianza di ACCOGLIENZA e di COERENZA Cristiana e Umana. Non poche le difficoltà, qualche incomprensione e molta strada in salita...è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo...

- venerdì 13 aprile a Giarratana c'è stato il secondo incontro organizzato dall'Unità di P.G. di Chiaramonte-Giarratana-Monterosso, dove i giovani dei 3 paesi montani hanno riflettuto sul tema della libertà attraverso le parole e le immagini del film "Freedom Writers". Continua, quindi, il lavoro delle Unità di PG di coordinamento delle realtà parrocchiali e giovanili, di creare luoghi di incontro e di riflessione, di organizzare momenti di confronto e di festa, con tutte le difficoltà e i problemi di rito. Anche qui: è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo...