Condividi

Tavola rotonda sui fattori patrimoniali della crisi familiare - Ragusa, giovedì 25 gennaio ore 16.00

Scritto da Ufficio Cultura il 21/01/2018 in Cattedra "Dialogo tra Culture"

I fattori patrimoniali della crisi familiare
Le esecuzioni immobiliari sulle abitazioni

Proseguono le tavole rotonde della Cattedra di “Dialogo tra le culture” dedicate alla famiglia

 

Prosegue con la tavola rotonda “I fattori patrimoniali della crisi familiare. Le esecuzioni immobiliari sulle abitazioni”, che si terrà giovedì 25 gennaio presso il Salone della Chiesa del Preziosissimo Sangue a Ragusa (via Fieramosca 30), alle ore 16.00, il ciclo di incontri formativi “Orizzonti giuridici della famiglia” organizzato dalla Cattedra di “Dialogo tra le culture” di Ragusa in collaborazione con l’Ordine forense di Ragusa.

Molti oggi i fattori patrimoniali che concorrono alla crisi familiare. Ad aprire il confronto sarà S.E. Ill.ma dott.ssa Maria Carmela Librizzi, Prefetto di Ragusa, la quale interverrà sull’attuazione dell’ordine di liberazione degli immobili e sul protocollo di intesa tra Tribunale, Prefettura e Questura del novembre 2017. Seguirà il dott. Claudio Maggioni, giudice del Tribunale di Ragusa, che affronterà l’ordine di liberazione degli immobili nelle procedure esecutive, con una disamina dei casi nei quali viene disposto secondo la disciplina normativa come applicata concretamente nell’ambito del Tribunale suddetto. L’avv. Maria Arezzo del foro di Ragusa, a partire dalla sua attività di Professionista delegato e custode nelle vendite immobiliari e Curatore fallimentare presso il Tribunale di Ragusa, relazionerà invece sulle questioni controverse in tema di vendita esecutiva delle abitazioni, con particolare attenzione all’assegnazione della casa coniugale e la sua opponibilità in sede esecutiva nel caso di trascrizione e nel caso di mancata trascrizione del relativo provvedimento; al pignoramento e vendita esecutiva degli immobili cd. PEEP.; a limiti, vincoli e requisiti nella vendita successiva all’aggiudicazione. Concluderà l’avv. Cristina Di Paola (foro di Ragusa), con un inquadramento del delitto di turbata libertà degli incanti e una disamina delle condotte poste in essere dai privati o dai professionisti delegati alle vendite che possono assumere rilevanza penale e integrare ulteriori fattispecie di reato, quali ad esempio l’occupazione abusiva e il peculato. Moderatore sarà il giornalista Antonello Lauretta

In allegato locandina e invito dell’evento.

 

Nota: si è adottata per il corrente anno accademico la modalità della tavola rotonda per permetterne la fruizione ad un pubblico molto ampio, alla luce dei temi di interesse pubblico e di grande attualità. Per questo motivo saranno sempre presenti relatori, professionisti, testimoni e rappresentanti di enti coinvolti, con ampio spazio lasciato al dibattito.