Condividi

Festival delle Relazioni 2017

Scritto da il 12/06/2017

Accogliere, proteggere, promuovere ed integrare questi i verbi sul quale papa Francesco ha invitato a riflettere i cristiani in relazione al fenomeno delle migrazioni. Queste le direttive lungo le quali il Festival delle Relazioni muoverà i suoi passi nella sua terza edizione. Primo appuntamento alle 18,30 del il 13 giugno alla Pinacoteca comunale di Comiso per “Viaggi interiori e viaggi di speranza” con l'inaugurazione della mostra fotografica a cura di Antonio Bonifacio.  Nel corso del pomeriggio previsto un intervento del professor Nello Dell'Agli e la consegna della Costituzione Italiana ai richiedenti asilo e agli operatori del Servizio Civile nazionale.
Il 20 giugno si celebrerà a Ragusa la Giornata del Rifugiato. Primo appuntamento alle ore 19 nella chiesa della Badia con l'inaugurazione della mostra “Arte profuga” a cura di Giampiero Carta. Espongono la stilista di moda Loredana Roccasalva, Carmen D'Aleo, Ilaria Caruso. Verranno esposte le opere e le creazioni degli ospiti dei centri di accoglienza di “Borgo Tresauro” e dei progetti Sprar gestiti dalla Fondazione San Giovanni Battista. Uno spazio sarà riservato ai mandala creati dagli studenti della scuola Ecce Homo in collaborazione con i richiedenti e titolari di protezione internazionale.
Alle ore 20, sul sagrato di piazza San Giovanni, si terrà la conferenza “Rifugiati: accogliere, proteggere, promuovere ed integrare”. Daniele Albanese, referente area internazionale Corridoi Umanitari di Caritas Italiana relazionerà sul tema “Corridoi umanitari, un modello di accoglienza sostenibile per l'Europa”. A seguire una testimonianza dalla Capitaneria di Porto di Pozzallo.
Al termine la premiazione del concorso nazionale “Il mondo tra le dita” e, a seguire, danze, canti, teatro e performance artistiche dai laboratori dei progetti SPRAR di Ragusa e Comiso a cura di Progetto Danza, Michele Arezzo, Maurizio Morello e l'Orchestra del Liceo Scientifico “Fermi” di Ragusa.
Concluderà la serata un momento di preghiera interreligiosa.
Giorno 21 giugno, infine, sempre sul sagrato della Cattedrale, grande musica con Amborgio Sparagna Trio e Mario Incudine. Aprirà la serata il poeta filosofo Davide Rondoni.
Il progetto è frutto della collaborazione tra la Fondazione San Giovanni Battista con il Servizio Centrale SPRAR, Caritas Diocesana di Ragusa, Fondazione Migrantes, Cattedrale San Giovanni Battista e la cooperativa Rel-Azioni.
L'ingresso a tutte le manifestazioni è gratuito.